“Schifoso fascismo”


È stata una coincidenza o il segno che ci aspettano giorni buoi e amari? Proprio ieri è uscito quello “schifoso” comunicato della società juventina che vieta ai nati in Campania di entrare allo stadio. Proprio ieri in cui Salvini fa cadere il governo per andare al voto convinto di avere la percentuale necessaria per governare da SOLO.
Un governo di destra, di estrema destra a me fa paura. Forse, se si voterà, saranno le elezioni più importanti dal 1948 ad oggi. Si tratterà di scegliere tra le democrazie occidentali e l’autoritarismo di Putin. Non c’è più da scherzare, è in ballo la libertà di ciascuno di noi. Lo sport, il calcio in special modo, è l’espressione sociale delle “emozioni” di un popolo che si riconosce nei colori della sua squadra e spesso della sua città (non sempre). Quello che dovrebbe essere un “passatempo” divertente diventa troppe volte l’espressione razzista della società da nord a sud. Dai buuuu contro i calciatori di colore ai cori “ lavali col fuoco”…il segnale lanciato ieri dalla Juventus mi ferisce e mi inibisce da napoletano emigrato a Torino.
Abbiamo bisogno di unire le forze. Qualcuno anche a sinistra vuole continuare ad andare da SOLO e magari maturare un altro tipo di sovranismo. Abbiamo bisogno certo di punti di riferimento credibili che in questo momento vedo solo in questo uomo che in un’intervista alla Stampa ha detto: “il sovranismo mi spaventa, ricorda Hitler e porta alle guerre.
“Il sovranismo è un atteggiamento di isolamento. Sono preoccupato perche’ si sentono discorsi che assomigliano a quelli di Hitler nel 1934. ‘Prima noi. Noi, noi’: sono pensieri che fanno paura. Il sovranismo è chiusura”.
“Un Paese deve essere sovrano, ma non chiuso. La sovranità va difesa, ma vanno protetti e promossi anche i rapporti con gli altri Paesi, con la Comunità europea”.
“Il sovranismo è un`esagerazione che finisce male sempre: porta alle guerre”. “Stesso discorso per i populismi. All’inizio faticavo a comprenderlo perché studiando Teologia ho approfondito il popolarismo, cioè la cultura del popolo: ma una cosa e’ che il popolo si esprima, un`altra è imporre al popolo l`atteggiamento populista. Il popolo è sovrano (ha un modo di pensare, di esprimersi e di sentire, di valutare), invece i populismi ci portano a sovranismi.
“Mai tralasciare il diritto piu’ importante di tutti: quello alla vita. Gli immigrati arrivano soprattutto per fuggire dalla guerra o dalla fame, dal Medio Oriente e dall’Africa”. “Sulla guerra, dobbiamo impegnarci e lottare per la pace. La fame riguarda principalmente l’Africa. Il continente africano è vittima di una maledizione crudele: nell`’immaginario collettivo sembra che vada sfruttato. Invece una parte della soluzione è investire lì per aiutare a risolvere i loro problemi e fermare così i flussi migratori”. “con gli immigrati “vanno seguiti dei criteri. Primo: ricevere, che è anche un compito cristiano, evangelico. Le porte – sottolinea infine – vanno aperte, non chiuse. Secondo: accompagnare. Terzo: promuovere. Quarto integrare”.
È Papa Francesco. L’unico barlume di luce di questi tempi bui che sa illuminare bambini come Greta Thunberg che ci allarmano su una grave conseguenza di questo “sovranismo” che è lo sfruttamento ambientale. Così ha concluso la intervista richiamando l’attenzione sull’ambientalista svedese: “Ho visto un loro cartello che mi ha colpito: ‘Il futuro siamo noi!”

Precedente Salvini e la Beata Vergine Maria
Prossimo Caro Matteo, sono la Beata Vergine Maria

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.