Sul celibato


Non sono d’accordo sull’obbligo del celibato. Non è vero che si è obbligati. Il celibato è una scelta e ha il suo valore che si fonda sul Vangelo. Chi non è riuscito a viverlo, come il sottoscritto, lascia, anche se a malincuore. Oppure rimane con un piede dentro e un piede fuori intiepidendosi. Pienamente d’accordo invece nel valorizzare il ruolo delle donne nel ministero

Caro Pasquale Fiorillo ricordo ancora quel giorno che dicesti a tuo padre che volevi entrare in seminario. Venne di corsa a parlarci. Donny mi disse: pascà parlaci tu! Ed io, proprio io, parlai a tuo padre sulla bellezza di quello che stava capitando alla tua vita. Sentirsi chiamati è una cosa bella e allo stesso tempo inquietante. Un tormento che non ti lascerà mai più. Forse è questa la straordinarietà di essere sacerdote per sempre. Nel tuo cuore questa chiamata c’è stata e con coraggio hai risposto SÌ. Ti ho accompagnato nei primi passi del tuo cammino, insieme abbiamo toccato la carne di Cristo nei poveri che abbiamo incontrato sul nostro cammino. Ti ho dato da mangiare quel corpo di Cristo che ora anche tu condividerai e donerai a molti e sfamerai anche la mia fame, il mio bisogno incessante della sua presenza. Vivi con gioia il tuo ministero, e custodisci la Grazia ricevuta. Auguri

Precedente E' una questione di viaggi, siamo tutti stranieri
Questo è l'articolo più recente

Nessun commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *